Teddy Quinlivan denuncia abusi sessuali nel mondo della moda

Teddy Quinlivan ha denunciato gli abusi sessuali sistematici che si verificano nel mondo della moda durante un’intervista concessa a Teen Vogue. La supermodella ha dichiarato: «Nella mia vita ho subito molestie in tutti gli ambiti: sul lavoro, nel tempo libero da gente con cui lavoro e durante degli appuntamenti».

Teddy Quinlivan – Foto: Instagram

Dopo aver fatto coming out lo scorso anno su Instagram rivelando di essere transessuale, la top model Teddy Quinlivan ha voluto fare luce su una delle piaghe della nostra società contemporanea.

«Nel mondo della moda ci sono molestie e abusi costanti – ha confessato Teddy -, vengono subito rimossi perché siamo “un’industria creativa” e quindi “sessualmente liberi” e quindi “le molestie non sono molestie”. Anche se ti ho toccata, non è importante, hai firmato per questo lavoro, no? E poi ti devi svestire per fare le foto… Intendiamoci, è pieno di momenti in cui ti toccano – ha spiegato – ti devono vestire. Magari stanno aggiustando un passante dell’abito e ti sfiorano un capezzolo. Quello non è un problema. Ci sono delle volte però in cui è chiaro che non è così: gente che ti infila le dita sotto i vestiti e ti palpa palesemente».

Poi ha confessato di aver subìto un abuso sessuale da parte di un fotografo, senza però svelarne l’identità. «Era uno dei miei eroi, un punto di riferimento, una persona che ammiravo – ha ricordato – Mi sono chiesta più volte cosa ho fatto per meritarmelo, come ho fatto a finire in quella situazione. La verità è che non ho detto né fatto niente. Semplicemente esistevo e quella persona, quel giorno, aveva scelto di farmi questo».