Allergie


Un’allergia è una risposta del sistema immunitario a una sostanza estranea che non è in genere dannosa per il corpo. Queste sostanze estranee sono chiamate allergeni. Possono includere determinati alimenti, polline o peli di animali domestici.

Il lavoro del tuo sistema immunitario è di mantenerti sano combattendo agenti patogeni dannosi. Lo fa attaccando tutto ciò che pensa potrebbe mettere il tuo corpo in pericolo. A seconda dell’allergene, questa risposta può comportare infiammazione, starnuti o una miriade di altri sintomi.

Il tuo sistema immunitario normalmente si adatta al tuo ambiente. Ad esempio, quando il tuo corpo incontra qualcosa come il pelo di animali domestici, dovrebbe rendersi conto che è innocuo. Nelle persone con allergie pungenti, il sistema immunitario lo percepisce come un invasore esterno che minaccia il corpo e lo attacca.

Le allergie sono comuni. Diversi trattamenti possono aiutarti a evitare i sintomi.

Sintomi di allergie


I sintomi che si verificano a causa di allergie sono il risultato di diversi fattori. Questi includono il tipo di allergia che hai e quanto è grave l’allergia.

Se assumi qualche farmaco prima di una risposta allergica anticipata, potresti comunque sperimentare alcuni di questi sintomi, ma potrebbero essere ridotti.

Per allergie alimentari


Le allergie alimentari possono causare gonfiore, orticaria, nausea, affaticamento e altro. Potrebbe volerci un po ‘prima che una persona si renda conto di avere un’allergia alimentare. Se hai una reazione seria dopo un pasto e non sei sicuro del perché, consulta immediatamente un medico. Possono trovare la causa esatta della tua reazione o indirizzarti a uno specialista.

Per allergie stagionali


I sintomi della febbre da fieno possono imitare quelli di un raffreddore. Includono congestione, naso che cola e occhi gonfi. La maggior parte delle volte, è possibile gestire questi sintomi a casa utilizzando trattamenti da banco. Rivolgiti al medico se i tuoi sintomi diventano ingestibili.

Per gravi allergie


Le allergie gravi possono causare anafilassi . Questa è un’emergenza potenzialmente letale che può portare a difficoltà respiratorie, stordimento e perdita di coscienza. Se si verificano questi sintomi dopo essere entrati in contatto con un possibile allergene, consultare immediatamente un medico.

I segni e i sintomi di tutti di una reazione allergica sono diversi. Maggiori informazioni sui sintomi allergici e su cosa potrebbero causarli.

Allergie sulla pelle


Le allergie cutanee possono essere un segno o un sintomo di un’allergia. Possono anche essere il risultato diretto dell’esposizione a un allergene.

Ad esempio, mangiare un alimento a cui sei allergico può causare diversi sintomi. Potresti avvertire un formicolio alla bocca e alla gola. Potresti anche sviluppare un’eruzione cutanea.

La dermatite da contatto , tuttavia, è il risultato del contatto diretto della pelle con un allergene. Questo potrebbe accadere se tocchi qualcosa a cui sei allergico, come un prodotto per la pulizia o una pianta.

I tipi di allergie cutanee includono:

  • Eruzioni cutanee. Le aree della pelle sono irritate, rosse o gonfie e possono essere dolorose o pruriginose.
  • Eczema. Le zone di pelle si infiammano e possono prurito e sanguinare.
  • Dermatite da contatto. Macchie rosse e pruriginose si sviluppano quasi immediatamente dopo il contatto con un allergene.
  • Gola infiammata. La faringe o la gola sono irritate o infiammate.
  • Orticaria. Sulla superficie della pelle si sviluppano lividi rossi, pruriti e sollevati di varie dimensioni e forme.
  • Occhi gonfi. Gli occhi possono essere acquosi o pruriginosi e sembrano “gonfi”.
  • Prurito. C’è irritazione o infiammazione nella pelle.
  • Masterizzazione. L’infiammazione cutanea porta a disturbi e sensazioni pungenti sulla pelle.


Le eruzioni cutanee sono uno dei sintomi più comuni di un’allergia cutanea. Scopri come identificare le eruzioni cutanee e come trattarle.
Cause di allergie
I ricercatori non sono esattamente sicuri del perché il sistema immunitario causi una reazione allergica quando una sostanza estranea normalmente innocua entra nel corpo.

Le allergie hanno una componente genetica. Ciò significa che i genitori possono trasmetterli ai loro figli. Tuttavia, solo una generale suscettibilità alla reazione allergica è genetica. Le allergie specifiche non vengono tramandate. Ad esempio, se tua madre è allergica ai crostacei, non significa necessariamente che lo sarai anche tu.

I tipi comuni di allergeni includono:

  • Prodotti animali. Questi includono peli di animali domestici, rifiuti di acari della polvere e scarafaggi.
  • Droga. La penicillina e i farmaci sulfa sono fattori scatenanti comuni.
  • Alimenti. Il grano, i dadi, il latte, i crostacei e le allergie alle uova sono comuni.
  • Punture di insetti Questi includono api, vespe e zanzare.
  • Muffa. Le spore disperse nell’aria dalla muffa possono scatenare una reazione.
  • Piante. Pollini provenienti da erba, erbacce e alberi, così come resina da piante come edera velenosa e rovere velenoso, sono allergeni vegetali molto comuni.
  • Altri allergeni Il lattice, spesso presente nei guanti in lattice e nei preservativi, e metalli come il nichel sono anche allergeni comuni.
  • Le allergie stagionali, anche conosciute come febbre da fieno, sono alcune delle allergie più comuni. Questi sono causati dal polline rilasciato dalle piante.

Causano:

  • prurito agli occhi
  • occhi pieni di lacrime
  • naso che cola
  • tosse

Trattamenti allergici


Il modo migliore per evitare le allergie è quello di stare lontano da ciò che scatena la reazione. Se ciò non è possibile, ci sono opzioni di trattamento disponibili.

medicazione


Il trattamento delle allergie include spesso farmaci come antistaminici per controllare i sintomi. Il farmaco può essere da banco o da prescrizione. Ciò che consiglia il tuo medico dipende dalla gravità delle tue allergie.

I farmaci per l’allergia includono:

  • antistaminici come difenidramina ( Benadryl )
  • corticosteroidi
  • cetirizina (Zyrtec)
  • loratadina ( Claritin )
  • cromolyn sodico (Gastrocrom)
  • decongestionanti (Afrin, Suphedrine PE, Sudafed)
  • modificatori dei leucotrieni (Singular, Zyflo)

Immunoterapia


Molte persone optano per l’immunoterapia. Ciò comporta parecchie iniezioni nel corso di alcuni anni per aiutare il corpo ad abituarsi alla tua allergia. Un’immunoterapia efficace può impedire il ritorno di sintomi allergici.

Epinefrina di emergenza


Se ha un’allergia grave e pericolosa per la vita, effettua un colpo di epinefrina di emergenza. Il tiro neutralizza le reazioni allergiche fino all’arrivo di un medico. I marchi comuni di questo trattamento includono EpiPen e Twinject.

Alcune risposte allergiche sono un’emergenza medica. Preparati per queste situazioni di emergenza conoscendo il pronto soccorso di reazione allergica.

Rimedi naturali per le allergie


Molti rimedi naturali e integratori sono commercializzati come trattamento e anche un modo per prevenire le allergie. Discutile con il proprio medico prima di provarli. Alcuni trattamenti naturali possono effettivamente contenere altri allergeni e peggiorare i sintomi.

Ad esempio, alcuni tè secchi utilizzano fiori e piante strettamente correlati alle piante che potrebbero causare gravi starnuti. Lo stesso vale per gli oli essenziali. Alcune persone usano questi oli per alleviare i sintomi comuni di allergie, ma gli oli essenziali contengono ancora ingredienti che possono causare allergie.

Ogni tipo di allergia ha una serie di rimedi naturali che possono aiutare ad accelerare il recupero.

Come vengono diagnosticate le allergie


Il medico può diagnosticare le allergie in diversi modi.

In primo luogo, il medico ti informerà sui tuoi sintomi ed eseguirà un esame fisico. Chiederanno tutto ciò che di insolito potresti aver mangiato di recente e qualsiasi sostanza con cui potresti entrare in contatto. Ad esempio, se hai un’eruzione cutanea tra le mani, il medico potrebbe chiederti di indossare guanti in lattice di recente.

Infine, un esame del sangue e un test cutaneo possono confermare o diagnosticare gli allergeni che il medico sospetta di avere.

Esame del sangue allergico


Il medico può ordinare un esame del sangue. Il tuo sangue sarà testato per la presenza di anticorpi che provocano allergie chiamati immunoglobuline E (IgE). Queste sono cellule che reagiscono agli allergeni. Il medico utilizzerà un esame del sangue per confermare una diagnosi se è preoccupato per il potenziale di una grave reazione allergica.

Test cutaneo


Il medico può anche indirizzarvi a un allergologo per test e trattamenti. Un test cutaneo è un tipo comune di test allergologico effettuato da un allergologo.

Durante questo test, la pelle viene punteggiata o graffiata con piccoli aghi contenenti potenziali allergeni. La reazione della tua pelle è documentata. Se sei allergico a una particolare sostanza, la tua pelle diventerà rossa e infiammata.

Potrebbero essere necessari diversi test per diagnosticare tutte le potenziali allergie. Inizia qui per capire meglio come funzionano i test allergologici.

Prevenire i sintomi


Non c’è modo di prevenire le allergie. Ma ci sono modi per prevenire il verificarsi dei sintomi. Il modo migliore per prevenire i sintomi allergici è quello di evitare gli allergeni che li innescano.

L’evitare è il modo più efficace per prevenire i sintomi di allergia alimentare. Una dieta di eliminazione può aiutarti a determinare la causa delle tue allergie in modo da sapere come evitarli. Per aiutarti a evitare gli allergeni alimentari, leggi attentamente le etichette degli alimenti e fai domande mentre cenate fuori.

Prevenire stagionalità, contatto e altre allergie si riduce a sapere dove si trovano gli allergeni e come evitarli. Se sei allergico alla polvere, ad esempio, puoi contribuire a ridurre i sintomi installando filtri dell’aria adeguati nella tua casa, facendo in modo che i tuoi condotti dell’aria vengano puliti professionalmente e spolverando regolarmente la tua casa.

Una corretta analisi allergologica può aiutarti a individuare i trigger esatti, cosa che li rende più facili da evitare. Questi altri suggerimenti possono anche aiutare a evitare pericolose reazioni allergiche.

Complicazioni di allergie


Mentre si può pensare alle allergie come quei fastidiosi sniffles e starnuti che si verificano in ogni stagione, alcune di queste reazioni allergiche possono effettivamente mettere a rischio la loro vita.

L’anafilassi, per esempio, è una reazione seria all’esposizione degli allergeni.

La maggior parte delle persone associa anafilassi con il cibo, ma qualsiasi allergene può causare i segni rivelatori:

  • vie respiratorie improvvisamente ristrette
  • aumento della frequenza cardiaca
  • possibile gonfiore della lingua e della bocca
  • I sintomi allergici possono creare molte complicazioni. Il medico può aiutare a determinare la causa dei sintomi e la differenza tra una sensibilità e un’allergia conclamata.

Il medico può anche insegnarti come gestire i sintomi di allergia in modo da poter evitare le peggiori complicazioni.

Asma e allergie


L’asma è una condizione respiratoria comune. Rende la respirazione più difficile e può restringere i passaggi d’aria nei polmoni.

L’asma è strettamente correlata alle allergie. In effetti, le allergie possono peggiorare l’asma esistente. Può anche scatenare l’asma in una persona che non ha mai avuto la condizione.

Quando queste condizioni si verificano insieme, è una condizione chiamata asma indotta da allergia o asma allergico. L’asma allergico colpisce circa il 60% delle persone che soffrono di asma negli Stati Uniti, stima la Fondazione allergia e asma dell’America.

Molte persone con allergie possono sviluppare asma. Ecco come riconoscere se ti capita.


Allergie vs freddo


Il naso che cola, starnuti e tosse sono sintomi comuni di allergie. Sono anche i sintomi comuni di un raffreddore e di una sinusite. In effetti, decifrare tra i sintomi a volte generici può essere difficile.

Tuttavia, ulteriori segni e sintomi delle condizioni possono aiutarti a distinguere tra i tre. Ad esempio, le allergie possono causare eruzioni sulla pelle e prurito agli occhi. Il raffreddore comune può causare dolori muscolari, persino febbre. Un’infezione sinusale produce in genere uno scarico denso e giallo dal naso.

Le allergie possono influenzare il sistema immunitario per periodi di tempo prolungati. Quando il sistema immunitario è compromesso, ti rende più probabile che raccolga virus con cui entri in contatto. Questo include il virus che causa il comune raffreddore.

A sua volta, avere allergie aumenta effettivamente il rischio di avere più raffreddori. Identificare le differenze tra le due condizioni comuni con questo utile grafico.

Tosse allergica


La febbre da fieno può causare sintomi quali starnuti, tosse e tosse persistente e testarda. È il risultato della reazione eccessiva del tuo corpo agli allergeni. Non è contagioso, ma può essere infelice.

A differenza di una tosse cronica, una tosse causata da allergie e raffreddore da fieno è temporanea. È possibile che si verifichino i sintomi di questa allergia stagionale solo in determinati periodi dell’anno, quando le piante iniziano a fiorire.

Inoltre, le allergie stagionali possono scatenare l’asma e l’asma può causare tosse. Quando una persona con allergie stagionali comuni è esposta a un allergene, le vie respiratorie restringenti possono portare a una tosse. Possono verificarsi anche mancanza di respiro e rafforzamento del torace. Scopri perché la febbre da fieno è tipicamente peggiore durante la notte e cosa puoi fare per alleviarli.

Allergie e bronchiti


Virus o batteri possono causare bronchiti o possono essere il risultato di allergie. Il primo tipo, la bronchite acuta , in genere termina dopo diversi giorni o settimane. La bronchite cronica , tuttavia, può persistere per mesi, forse più a lungo. Può anche tornare frequentemente.

L’esposizione agli allergeni comuni è la causa più comune di bronchite cronica.

Questi allergeni includono:

  • fumo di sigaretta
  • inquinamento dell’aria
  • polvere
  • polline
  • fumi chimici


A differenza delle allergie stagionali, molti di questi allergeni indugiano in ambienti come case o uffici. Questo può rendere la bronchite cronica più persistente e più probabile che ritorni.

La tosse è l’unico sintomo comune tra la bronchite cronica e acuta. Impara gli altri sintomi della bronchite in modo da poter capire più chiaramente cosa potresti avere.

Allergie e bambini


Le allergie cutanee sono più comuni nei bambini più giovani di quanto non fossero pochi decenni fa. Tuttavia, le allergie cutanee diminuiscono con l’invecchiare dei bambini. Le allergie respiratorie e alimentari diventano più comuni con l’invecchiamento dei bambini.

Le allergie cutanee comuni sui bambini includono:

  • Eczema. Questa è una condizione infiammatoria della pelle che provoca eruzioni cutanee rosse che provocano prurito. Queste eruzioni cutanee possono svilupparsi lentamente ma essere persistenti.
  • Dermatite allergica da contatto Questo tipo di allergia cutanea appare rapidamente, spesso immediatamente dopo che il bambino entra in contatto con la sostanza irritante. Una dermatite da contatto più seria può svilupparsi in vesciche dolorose e causare screpolature della pelle.
  • Orticaria. Gli alveari sono dossi rossi o aree di pelle sollevate che si sviluppano dopo l’esposizione ad un allergene. Non diventano squamosi e si spezzano, ma il prurito agli alveari può far sanguinare la pelle.
  • Eruzioni cutanee insolite o alveari sul corpo del tuo bambino potrebbero allarmarti.

Capire la differenza nel tipo di allergie cutanee che i bambini comunemente sperimentano può aiutarti a trovare un trattamento migliore.

Vivere con le allergie


Le allergie sono comuni e non comportano conseguenze potenzialmente letali per la maggior parte delle persone. Le persone a rischio di anafilassi possono imparare come gestire le loro allergie e cosa fare in una situazione di emergenza.

La maggior parte delle allergie è gestibile con l’evitamento, i farmaci e i cambiamenti dello stile di vita. Lavorare con il medico o l’allergologo può aiutare a ridurre le complicazioni maggiori e rendere la vita più piacevole.